SEGUI I NOSTRI FEED
SEGUICI SU GOOGLE+
Reg. Stampa num.22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011
LE PIU' LETTE DEL MESE LE PIU' LETTE DELLA SETTIMANA
Cerca nella rivista
Lettere al Direttore
Invia la tua e-mail al nostro Direttore massimocalleri@aruba.it
Oppure scrivendoci all'indirizzo
CIVICO20 NEWS
C.so G. Cesare 3
10152 Torino
Torino - Piazza San Carlo: i nodi vengono al pettine
Settimana di fuoco per la Giunta pentastellata
Home | Politica | Politica Internazionale
Il vecchio che avanza
Nazionalismi e guerra fredda: il mondo rischia di tornare indietro
Print version Versione Stampa Solo testo Solo testo
Email to a friend Manda via mail ad un amico
Grandezza Font: Decrease font Enlarge font

Con l’America di Omaba e la riunificazione europea il mondo aveva iniziato a proiettarsi verso un futuro fatto di tolleranza, maggiore democrazia e libertà.

L’apertura del penultimo Presidente degli USA verso Cuba e internamente verso le classi meno abbienti con l’Obama Care, sostanzialmente quel sistema pensionistico e assistenziale che per noi Italiani è assodato ma che negli Stati Uniti in cui bisogna avere la carta di credito per farsi curare non è mai stato preso in esame, avevano reso l’America un paese ancora più moderno.

Nell’Europa dei nazionalismi e delle due guerre mondiali, la caduta del muro di Berlino e la nascita dell’Unione Europea hanno rappresentato una svolta pesante nella storia del vecchio continente che si apprestava a divenire un punto di riferimento a livello internazionale per democrazia, libertà, opportunità, rispetto delle minoranze, …

Si aggiunga che, con la fine di quell’assurda guerra fredda che per anni aveva visto odiarsi USA e URSS il mondo pareva indirizzarsi verso un’epoca che, se si considerano anche la crescita dei paesi meno sviluppati del Brics e la morte di alcuni dittatori come Gheddafi e Saddam Husein, avrebbe visto nella globalizzazione (da intendersi soprattutto nella sua accezione più benevola di scambi e cooperazione) una maggiore coesione internazionale e una diminuzione del divario tra ricchi e poveri.

Negli ultimi tempi, però, le cose rischiano di andare diversamente, poiché, si sa, l’esperienza non sempre insegna.

Gli USA hanno visto arrivare alla loro Presidenza un Trump a cui frega molto poco dell’assistenza voluta da Obama, a cui importa ancora meno degli accordi internazionali sul clima e a cui non interessa affatto che gli immigrati sudamericani continuino ad arrivare nel Nord America tanto da impegnarsi a realizzare un muro per arrestare l’ondata di arrivi.

In Oriente, dove durante questi ultimi decenni i rapporti con gli USA da parte di Russia e Cina si erano mitigati, ci ha pensato il dittatore Nordcoreano Kim a minacciare il mondo con test nucleari riaprendo la triste possibilità di una nuova guerra fredda con gli USA.

Per quanto riguarda l’Europa, i nazionalismi che stanno nascendo a fronte dei continui flussi di immigrati dal Nord Africa da un lato e l’aumento della forbice sociale tra classi ricche e meno abbienti dall’altro stanno minando tutto ciò per cui si è lavorato negli ultimi trent’anni.

Molti si saranno domandanti cosa sarebbe stato dell’Europa se solo non ci fosse stato Hitler a rovinarla, dimenticando che spesso non sono solo alcuni personaggi a rovinare i popoli ma che sono i popoli stessi a rovinarsi creando inevitabilmente certi personaggi che comunque sarebbero sorti in particolari condizioni sociali.

L’Europa di oggi poco alla volta sta creando e dando voce a partiti nazionalistici che producono fratture sia verso i paesi da cui arrivano gli immigrati sia al proprio interno (si pensi alla Brexit).

L’Asia ha prodotto il nuovo folle da guerra fredda del millennio verso cui, questa volta, tutto il mondo deve e può trovare delle soluzioni condivise.

L’America ha al suo comando il capopopolo archetipo del peggiore gringo da film western in cui i malconci e ubriaconi messicani non contavano nulla e tanto meno gli aborigeni pellerossa e che, invece di cercare soluzioni diplomatiche alla questione nordcoreana, si spera non faccia come il personaggio del Dottor Stranamore di Kubrick che si lancia contro il suolo nemico a cavallo di un missile gridando come un cow-boy drogato di narcisismo americano.


 
 

Redazione
Fabio Mandaglio

Fabio Mandaglio

Consulente informatico e WebMaster.
Massimo Calleri

Massimo Calleri

Direttore Responsabile di CIVICO20NEWS
Marco Pinzuti

Marco Pinzuti

Collaboratore CIVICO20NEWS
Mauro Bonino

Mauro Bonino

Redattore Civico20News
Vito Piepoli

Vito Piepoli

Redattore CIVICO20NEWS
Andrea Gunetti

Andrea Gunetti

Redattore CIVICO20NEWS
Gian Carlo Pavetto

Gian Carlo Pavetto

Collaboratore CIVICO20NEWS
Milo Julini

Milo Julini

Collaboratore CIVICO20NEWS
Lele Boccardo

Lele Boccardo

Vice-Direttore CIVICO20NEWS
Marcello Fadda

Marcello Fadda

Collaboratore CIVICO20NEWS
Carlo Mariano Sartoris

Carlo Mariano Sartoris

Collaboratore CIVICO20NEWS
Giorgio Borello

Giorgio Borello

Redattore CIVICO20NEWS
Carlo Emanuele Morando

Carlo Emanuele Morando

Collaboratore CIVICO20NEWS
Francesco Rossa

Francesco Rossa

Direttore Editoriale CIVICO20NEWS
Romana Allegra Monti

Romana Allegra Monti

Vice Direttore CIVICO20NEWS
Giancarlo Guerreri

Giancarlo Guerreri

Redattore CIVICO20NEWS
Rodolfo Alessandro Neri

Rodolfo Alessandro Neri

Redattore CIVICO20NEWS
Claudio De Maria

Claudio De Maria

Redattore CIVICO20NEWS
Valentina Spina

Valentina Spina

Collaboratore CIVICO20NEWS
Enrico S. Laterza

Enrico S. Laterza

Redattore CIVICO20NEWS
Marta Lovisolo

Marta Lovisolo

Collaboratore CIVICO20NEWS
Oriol Bosque Morata

Oriol Bosque Morata

Collaboratore CIVICO20NEWS
Mauro Voerzio

Mauro Voerzio

Collaboratore CIVICO20NEWS
Virginia Cristina De Meo

Virginia Cristina De Meo

Collaboratore CIVICO20NEWS
Maria Luciana Pronzato

Maria Luciana Pronzato

Collaboratore CIVICO20NEWS
Jacopo Bergeretti

Jacopo Bergeretti

Collaboratore CIVICO20NEWS
Civico20News Redazione

Civico20News Redazione

L'Editoriale

L'Editoriale

Enrica Maccari

Enrica Maccari

Collaboratore CIVICO20NEWS
Marco Zaia

Marco Zaia

Collaboratore CIVICO20NEWS
DAI INFORMA

DAI INFORMA

Silvia Celani

Silvia Celani

Collaboratore CIVICO20NEWS
Fabio Duranti

Fabio Duranti

Collaboratore CIVICO20NEWS
Gianfranco Piovano

Gianfranco Piovano

Redattore CIVICO20NEWS
cron
CIVICO20 NEWS
Reg. Stampa num. 22 del Tribunale Ordinario di Torino - 11 Marzo 2011

REDAZIONE/CONTATTI
Lettere al Direttore: massimocalleri@aruba.it
Telefono: 320/186.15.23
339/183.51.20
WebMaster: info@fabioemme.it
Telefono: 349/64.66.003

© Copyright 2010 - ASSOCIAZIONE CULTURALE "BORGO DORA - I RESIDENTI DI TORINO"
All rights reserved.

Sito realizzato da - FABIO EMME / Multimedia & Web Solutions